Le spiaggie del Gargano

La costa garganica, infatti con il suo susseguirsi regali scorci sempre diversi, mostrando baie strettissime che terminano con minuscole spiaggette ora di ghiaia ora di sabbia, strapiombi caratterizzati da grotte, faraglioni, falesie altissime e bianchissime, coste basse e sabbiose, torri e antiche necropoli.Il fenomeno delle grotte, cosi come quello dei faraglioni, si è originato sia come fenomeno sotterraneo per effetto dell'erosione causata dal moto ondoso e successivamente messe a nudo, sia per l'erosione causata dai venti.Nel suo insieme il Gargano è circondato dal mare su tre lati e si protende verso oriente sia fisicamente che culturalmente.Numerose testimionanze legano questo promontorio all'altra sponda dell'Adriatico, leggibili nelle rocce, nella flora, nella fauna, nell'architettura e nelle tracce di antichi popoli colonizzatori.Le correnti sono abbastanza lente e si rinforzano con i venti di tramontana mentre rallentano con lo scirocco.Sovente nei discorsi che intercorrono tra i pescatori si sente dire della tramontana che pulisce e lo scirocco che intorba le acque del mare.E' da tenere infine presente che l'Adriatico è un mare con un bacino piuttosto stretto e pertanto soggetto a repentini cambiamenti climatici: una giornata dal mare calmo in pochi minuti può trasformarsi in una di mare agitato.

Holiday bed and breakfast consiglia  di visitare prima le spiagge più vicine come: (San Menaio,Cento Scalini o delle Tufare,Calenelle e Peschici) consigliate anche le escursioni in barca in modo da ammirare tutto il laterale e esplorare insenature e grotte circondate da una natura incontaminata e da cui è possibile ammirare i famosi trabucchi , vecchie originali costruzioni da pesca, tutelate dome patrimonio monumentale del Parco Nazionale del Gargano.

  • Spiaggia di San Menaio: è la spiaggia prospicente l'omonima frazione di Vico del Gargano, sviluppatasi intorno ad una antica torre e alle casette che ospitavano i contadini addetti nei profumatissimi e rinomati giardini, conta oggi numerosi e attrezzati lidi con annessi servizi che la rendono, nonostante l'estensione, ben attrezzata a soddisfare le più svariate esigenze.La località con la sua spiaggia ha contribuito in maniera rilevante allo sviluppo del turismo garganico, e già negli anni 50 annoverava svariati lidi attrezzati e residenze estive mentre nel resto del Gargano si viveva solo di agricoltura e pastorizia.La spiaggia confina a Nord, in località Pietre Nere, con il territorio di Rodi Garganico e su tutta la riviera giunge il fragore incantato degli aranceti che la circondano;
  • Spiaggia dei Cento Scalini o delle Tufare: per raggiungere questa spiaggia bisogna scendere una lunga scalinata che si prende dal sentiero con inizio sulla statale n.89, oppure percorrere per intero, direzione sud, la spiaggia di San Menaio.Nonostante la presenza di lidi attrezzati resta una spiaggia molto tranquilla adatta per chi cerca momenti di relax.Il costone roccioso alle sue spalle la protegge dai venti meridionali. Holiday bed&breakfast consiglia una piccola escursione percorrendo il sentiero pedonale che si immerge nella bellisima pineta Marzini, la cui visita si effettua in un'ora e regala panorami suggestivi al tramonto con sfondo le Isole Tremiti.
  • Spiaggia di Calenelle: la spiaggia è circondata da una fitta vegetazione, ai piedi della Torre di Monte Pucci, la spiaggia è un arenile di fine sabbia che circonda la bellezza dei luoghi liberi dalla presenza massiccia dell'uomo.Alle sue spalle la piana è coltivata a ortaggi, ci si arriva facilmente prendendo una stradina che attraversa i binari della Ferrovia del Gargano e giunge fino alla spiaggia.
  • Spiagge di Peschici : le spiagge di Peschici sono svariate ( Jalillo o Mappamondo, Marina di Peschici, La Cala, Procinisco, San Nicola, Zaiana, Manaccora,Cala Lunga, Baia del Turco, Gusmay, spiaggia della Croce, Manacore, Sfinale).Consigliagiamo di visitare la prima spiaggia che si raggiunge venendo da Vico del Gargano e cioè "La Marina di Peschici" nota con il termine dialettale " a marejn", è limitata dal porto turistico ancora in fase di completamento ed è incorniciata sulla destra dal costone roccioso sul quale è arrocata la cittadina di Peschici, ha la particolarità che in piena estate si può osservare sia il sorgere che il tramonto del sole sull'orizzonte dell'Adriatico.Proseguendo dopo la spiaggia di San Nicola, c'è la "Spiaggia Zaiana" denominata la spiaggia dei giovani, negli anni 70 e 80 fu una spiaggia frequentata da naturisti, oggi è un importante punto di ritrovo, grazie alle suggestive punte rocciose che la fanno da cornice, alla privacy che regna sovrana e alla possibilità di sbizzarrirsi in spettacolari tuffi grazie alla conformità rocciosa della scogliera.Holiday b&b consiglia di degustare a pranzo ottime pietanze di pesce appena pescato al Trabucco da Elia di gestione familiare prospicente la spiaggia Zaiana ( il miglior trabucco della zona dovuta alla sua originalità e posizione sulla roccia).

 

Il meteo widget